La mia prima ricetta!!!! “NAUFRAGIO DI COZZE IN UN MARE DI GAZPACHO”

NAUFRAGIO DI COZZE IN UN MARE DI GAZPACHO

Buongiorno a tutti! Con grande emozione posto la mia prima ricetta! Oggi, come tutti i giorni, a Firenze ci si squaglia dal caldo…l’unica cosa che avevo voglia di mangiare era qualcosa di fresco e leggero per evitare di addormentarmi dopo pranzo sul libro di Tecnica delle costruzioni, che da solo riesce ugualmente a rovinarmi la digestione….Aprendo il frigo ho scoperto con soddisfazione di avere gli ingredienti per fare una specie di gazpacho e ci ho voluto aggiungere qualche cozzetta, che non guasta mai…a proposito di cozze, sono appena tornata da un tour in macchina, in costa azzurra dove ho scoperto con orrore e raccapriccio che quegli sformiosi di francesi (esclusi i presenti ovviamente) annegano le cozze in una salsa “provenzale” fatta, nel migliore dei casi, con burro, cipolla, vino bianco, prezzemolo e nel peggiore ci aggiungono quintali di panna! Non potete capire il raccapriccio mio e di mia mamma, la mia compagna di viaggio…ma vabbè ora vi racconto questa ricetta che di provenzale non ha proprio nulla, casomai si avvicina più all’Andalusia.

Ingredienti (per una persona)

gazpacho:

1/2 peperone rosso

1 pomodoro

1/4 di cipolla rossa

lime

paprika dolce

olio

sale

pepe o peperoncino a vostro piacimento

per le cozze:

cozze

vino bianco

guarnizione:

pane integrale

foglie di basilico

olio

Procedimento:

Ho frullato con il frullatore ad immersione il peperone, la cipolla, il pomodoro aggiungendo qualche goccia di lime, un filo d’olio, sale, pepe e paprika dolce finchè non ho ottenuto una consistenza cremosa; potete aggiungere un filo d’acqua all’occorrenza. Ho fatto aprire le cozze sfumando con il vino bianco e le ho sgusciate. Ho tagliato il pane a cubetti che ho abbrustolito in padella. Per l’impiattamento ho disposto uno strato di gazpacho, sopra le cozze, i cubetti di pane, qualche foglia di basilico e ho completato con un giro d’olio.

NOTA: il vero gazpacho prevede anche il cetriolo, il cumino al posto della paprika, aceto di vino rosso e il pane raffermo viene frullato insieme al resto. Io, che non amo particolarmente il cetriolo, ho fatto una versione più neutra in modo da non coprire e far risaltare il gusto delle cozze e il pane non l’ho inserito all’interno della zuppetta ma sopra abbrustolito per dare un tocco di croccantezza in più!

Buon appetito a tutti! Alla prossima ricetta!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...